Vi siete mai chiesti se mandarino e clementina fossero la stessa cosa? Ebbene si, nonostante i due frutti siano fortemente simili, dati la dimensione e la struttura, le differenze fra i due sono molteplici.
Prima di tutto, la forma. Basta guardare con attenzione e noteremo che la forma della clementina è sempre ben rotonda, meno appiattita di quella del mandarino che risulta più schiacciata ai due poli.

La clementina è un ibrido, un incrocio tra arancio dolce e mandarino nato per caso da un esperimento di Fra Clement Rodier (dal quale prende il nome) nel giardino dell’orfanotrofio di Misserghin in Algeria a differenza del mandarino che pare venga introdotto nella prima metà dell’800 a Malta come pianta ornamentale importata dalla Cina Meridionale.
Come il mandarino, anche la clementina si sbuccia e si divide in spicchi con facilità. La scorza del mandarino è però più spessa, mentre quella della clementina è più sottile e flessibile (il che rende più facile la pulitura anche ad un bambino).
Il gusto della clementina è più simile all’arancia, con un perfetto equilibrio tra l’agro e il dolce, mentre il mandarino è più aspro ma al contempo molto più aromatico, tanto che il suo impiego è molto apprezzato per la preparazione di liquori e nella cucina di alta qualità.

Altro accorgimento. Se i semi negli agrumi vi danno fastidio, dovreste allora prediligere le clementine che non ne hanno quasi mai: è impossibile escludere la presenza di semi negli spicchi della clementina, ma nei mandarini è più facile trovarne, e quanti!
Anche i tempi di maturazione differiscono e parecchio: se per la seconda metà di novembre possiamo assaporare le prime clementine fresche, bisognerà attendere almeno il mese di gennaio per gustare gli aromatici mandarini.
Ma arriviamo alla parte più strana, i valori nutrizionali: per quanto siano due ottimi alimenti da questo punto di vista, le clementine hanno molta più vitamina C, quasi il doppio rispetto ai mandarini. Anche le calorie sono differenti, e per chi è super attento alla linea sono sempre le clementine da preferire, leggermente meno caloriche.
E voi quale preferite?

Leave a Comment

Your email address will not be published.